Crea la tua Cover personalizzata

Crea la tua Cover personalizzata
Per avere lo sconto del 10% Inserisci il codice SCONTO : ABOPART10

Ringana

Ringana
COSMESI FRESCA E INTEGRATORI ALIMENTARI

Inserisci qui la tua Email per ricevere le news letters

il Fonio: una volta trovato non lo molli!






Il fonio è un cereale pressochè sconosciuto, ma dalle mille proprietà, tanto da essere soprannominato il cerale del futuro.

Si prevede infatti che con la diminuzione delle risorse alimentari questo cereale, per lo più coltivato in Africa e paesi limitrofi, rappresenterà 
un'importante fonte alimentare.
Infatti, da poco ho scoperto questo cereale antichissimo, di tradizione appunto africana, tramite una collaborazione che ho con un produttore di cereali.

Il fonio è uno dei cereali più antichi che l’uomo abbia mai coltivato; da ormai cinquemila anni è presente in Africa dove è entrato a far parte di una 
ricca tradizione culinaria.
Questo cereale appartenente alla famiglia dei migli, ha una carettiristica di avere dei chicchi molto piccoli, più piccoli di quelli del cous-cous 
che nonostante il dilagare di mais ed altri cereali, il fonio non è mai stato abbandonato come coltivazione per le sue qualità organolettiche 
e gustative che sono davvero sono eccezionali, tanto da far pensare ad una sua rivalorizzazione e diffusione nello sviluppo agricolo mondiale.
Non a caso l’Unione Europea ha stanziato nel già nel 2006 fondi per la produzione di questo antico cereale.

Ciò è dovuto dal fatto che questa pianta giunge a maturazione in sole otto settimane, molto resistente anche in suoli poveri con un clima secco come quello 
della Savana, non necessita di acqua per questo si adatta perfettamente a terreni aridi, possiede sostanze anti parassitarie 
per questo è ottimo per la coltivazione biologica. 

Esistono due diverse varietà di fonio, oltre a quello classico di colore chiaro, il fonio nero si adatta ad un clima più umido che in Africa lo si utilizza in 
occasione di grandi eventi come matrimoni, battesimi e altre cerimonie.
I chicchi di questa pianta si prestano ad essere utilizzati per molte preparazioni: porridge, pane, birra, cous-cous, non contiene glutine, ma molte proteine, 
è leggero, di facile digestione ed è versatile, per questo motivo viene introdotto anche nella dieta dei neonati.


Molto nutriente perchè ricco di carboidrati e sali minerali come zinco, manganese, calcio, magnesio e ferro; ricco di aminoacidi tra cui due non prodotte 
dal nostro organismo come la metionina (che fa parte degli amminoacidi essenziali utili per il metabolismo,la digestione e l’espulsione dei materiali pesanti.) e la cisteina 
(che è un amminoacido non essenziale utile in casi di malnutrizione o nei soggetti che necessitano di un’alimentazione con un certo apporto proteico 
come bambini e anziani), consumare fonio significa anche gestire meglio patologie come diabete e obesità e quindi rimanere in salute.

In cucina è indicato per chi soffre di intolleranza al glutine o ancora peggio per chi è celiaco perchè come il riso è completamente privo di glutine. 
Ma non solo, per le particolarità di cui sopra è adatto a chi  è intollerante al nichel. 

Il chicco una volta macinato e ridotto in farina è ottimo miscelata ad altre farine come il frumento e il miglio perlato, utilizzata nella produzione di pane.

Una curiosità per gli amanti dei pop corn: i chicchi di fonio possono essere fatti scoppiare e creare un prodotto molto simile a quello ricavato dal mais. 

Può essere usato anche come il riso o la semola e ci si può sbizzarrire  con i condimenti. Ma la vera sorpresa del fonio, forse per noi occidentali, 
è che attraverso un procedimento di lavorazione da quello bianco si può ricavare un’ottima birra africana denominata “tchapalo”.  

il Fonio: una volta trovato non lo molli!

Nessun commento:

Posta un commento

CiboCrudo

CIBO CRUDO